Come conoscere la qualità SEO di un sito Web in 10 passaggi

Come conoscere la qualità SEO di un sito Web in 10 passaggi

Le persone non sanno come misurare la (reale) qualità di un sito web

È una realtà che osservo molto. Alcuni ti diranno “guarda il web su SEMrush”, altri “vedi se hai un PR alto” e la maggior parte guarda solo gli attributi di Moz PA (Page Authority) e DA (Domain Authority). Ma la realtà è che tutti questi modelli, se considerati separatamente, possono essere zoppi in un buon numero di casi. Pertanto, dobbiamo comprenderli come parte di un intero. Descriveremo un processo infallibile utilizzato dal consulente SEO con il quale è possibile rilevare la qualità, le dimensioni e la tendenza di crescita di qualsiasi blog o pagina web. Qualcosa di molto utile in varie situazioni, come l’acquisto di recensioni, lo scambio di link, l’acquisto di un blog da una terza parte … e tutto ciò che si può pensare.

1. Usa Mozbar: PA e DA come primo filtro

Devi tenere a mente che il primo valore che prenderemo come riferimento è l’autorità globale della pagina, poiché se non ha autorità, si spegne e andiamo. Per questo useremo i valori di PA e DA che potremo vedere una volta installato il plugin gratuito (per navigatore) di Mozbar. Questo è un fantastico punto di partenza. Il problema è che un buon numero di webmaster rimane qui e questo dovrebbe essere solo il passaggio 1.

Tieni presente che le reti distrutte all’interno possono ancora mantenere buoni schemi di PA e DA indipendentemente il tuo attuale stato di salute.

2. Osserva la data di nascita del sito web con SEOquake

Hai già visto che un sito web ha più o meno autorità, ma ora dobbiamo vedere se esiste una correlazione logica tra tale autorità (PA e DA) e la durata del sito web. pagina. Per questo useremo l’estensione gratuita anche di SEOquake (per browser). Viene installato in modo molto simile a Mozbar e uno installato faremo clic su di esso e fare nuovamente clic su “Abilita” o “Abilita” di tutte le opzioni.

Ora lo strumento ci mostrerà una linea completa di informazioni strutturate da piccole scatole, riguardo la pagina dove siamo. Ascolteremo quello che dice “Age” e in questo modo potremo vedere l’età del dominio. Con Animalfiel per esempio mostra solo un margine di errore di 1 mese.

Scarica SEOquake gratis per Chrome, Firebox e beta per Opera e Safari → Trucco base: a meno che l’antichità abbia la rete meno naturale è che ha accumulato autorità e viceversa [19659017] 3. Numero di parole chiave classificate con SEMrushOra utilizzeremo lo strumento SEO con il miglior rapporto qualità-prezzo sul mercato. L’onnipotente SEMrush. Iniziamo la sessione nello strumento e introduciamo l’Url del web da analizzare. Facciamo clic su “cerca” e quindi esamineremo la scheda “ posizioni ” nella scheda “Organico”. Quel numero sarà il numero di parole chiave che lo strumento rileva che la pagina è riuscita a classificare in Google.

Maggiore è il numero di parole chiave classificate nel dominio è più potente e migliore al momento del posizionamento (o è anche possibile che è stato classificato molto bene perché la selezione di parole chiave o di ricerca di parole chiave è stata fatta con qualità). SEMrush test. Impara ad usarlo abbastanza bene e vedrai come i tuoi risultati aumentano

4. Andiamo con i link: OpenSite Explorer

Se la pagina che stiamo studiando ha raggiunto questo punto, non è affatto male. Abbiamo un dominio con autorità, un’antichità decente e un buon numero di parole chiave che portano traffico organico da Google. Ora dobbiamo guardare i link in entrata che il web ha ricevuto e vedere se sono di qualità o meno.

Per questo OpenSite Explorer è veloce, semplice e ha una versione gratuita molto permissiva (a differenza dagli altri strumenti SEO). Andiamo allo strumento, introduciamo l’URL per studiare e guardiamo i link che lo strumento ci segnala dall’AP più alto al più basso, qualcosa di molto utile, perché in pochi secondi possiamo vedere i migliori collegamenti disponibili sulla pagina.

5. Link approfonditi: Ahrefs

Ora seguendo quello che sarebbe “il processo di analisi perfetto” dovremmo usare i magnifici Ahrefs, secondo molti, lo strumento SEO per analizzare i link di una pagina più avanzata che esiste. Stiamo andando a seguire una procedura molto simile a quella usata con OpenSite, ma allora perché usare anche gli Ahrefs? Essenzialmente perché ci sono collegamenti che OpenSite non rileva e che Ahrefs fa .

Logicamente è uno strumento di pagamento, ma silenzioso, ha anche una versione di prova completamente gratuita anche se limitata nel numero di rapporti (avrai registrati gratuitamente dove posizioni Registrati account gratuito ). Non appena eseguirai lo studio del web, sarai anche in grado di vedere un magnifico grafico dell’evoluzione dei collegamenti ottenuti nel tempo. Osserva che è una curva crescente o almeno stabile naturale .

6. Guarda il passato: Archive.org

Ora vediamo come le nostre amate pagine nel passato facevano cose. È molto comune vedere pagine che nel momento presente fanno cose apparentemente buone e hanno bellissimi modelli e una serie di caratteristiche che li fanno sembrare di qualità, ma a volte quando guardi il passato della pagina ti rendi conto che molti di loro hanno avuto un inizio molto “spammer” nel mondo di Internet.

Arrivato qui questo filtro lo applicherebbe specialmente nella supposizione che fosse valutare l’acquisto di una pagina per una quantità relativamente alta (a proposito, è qualcosa che farò all’inizio del 2015, ti dirò presto maggiori dettagli). In breve, osserva come è iniziata la rete e osserva la sua evoluzione. È pronunciato?

7. SISTRIX

Sentirai molte volte che è troppo costoso per quello che fa. Un consiglio da qui, nel momento in cui lo senti, tieni presente che il tuo interlocutore non è SEO (ok, ho passato .. lasciamo che non sappia i migliori strumenti SEO). SISTRIX è uno squalo che non perde nulla. Non guardare le parole chiave che ottieni (che è meglio di SEMrush) non guardare i link che mostrano (che è meglio di Ahrefs) .

nel perfetto grafico dell’evoluzione in termini di visibilità nei motori di ricerca e soprattutto si attacca molto al valore numerico che SISTRIX ci fornisce sul grafico. Non esiste una metrica di posizionamento più precisa rispetto a questo valore numerico. La cosa normale per studiare un sito Web è ottenere risultati tra 0,01 e 1 (anche se ci sono siti Web mostruosi di almeno 200). Blogger3cero è 0.16 nonostante abbia PA 50 e DA 40 per darti un’idea.

Ora sono arrivati ​​in Spagna. Prova SISTRIX gratuitamente in questo collegamento (mi ringrazierai) → Trucco base: sopra il grafico> Altro pulsante> Mostra tutto Pulsante aggiornamenti> mostra le modifiche dell’algoritmo per rilevare se una pagina è stata penalizzata da Google Panda o Google Penguin [19659017] 8 Guarda il contesto della paginaUn passo completamente del buon senso. Per valutare il processo nella sua interezza, devi partecipare al contesto in cui ti trovi. Ad esempio, stai valutando una pagina che vende link pubblicamente? -1 Stai valutando una pagina che vende link privatamente tramite una rete PBN (reti di blog privati)? -1 (con cautela).

O contro Stai valutando l’acquisto di un sito web che non è mai stato utilizzato per scopi SEO e il cui amministratore ha appena proposto di venderlo spontaneamente? +2

9. Studio avanzato del testo di ancoraggio

Si noti che se la pagina ha superato il filtro SISTRIX, è impossibile che sia di scarsa qualità. Quando ho fretta e voglio selezionare i passaggi più veloci e più efficaci nel processo, sono rimasto con il passaggio 1, il passaggio 3 e il passaggio 7, ma sei arrivato qui perché vuoi conoscere un processo completo quando controlli la qualità di un sito web, quindi mostriamo questo ultimo passo come il culmine finale di tutto questo partito SEO.

Un buon schema di link di ancoraggio naturale ci assicurerà due cose essenziali : 1. che la pagina non ha un SEO forzato (un’eccessiva concentrazione di link verso una parola chiave) e quindi è naturale e 2. che la pagina non abbia subito attacchi SEO negativi (meglio non analizzare Blogger3cero .. haha). Questo può essere visto con diversi strumenti. Prima metterò il pagamento gratuito e poi il pagamento.

Removeem. Non è molto affidabile e ai suoi tempi era gratuito e molto facile da usare. Ora non so se devi essere registrato o simile.

SISTRIX ti offre un modello di collegamento molto efficace. Ai suoi tempi ho spiegato come ho ottenuto il modello di ancoraggio dal blog di Carlos Blanco in questo post.

Infine Ahrefs è anche molto bravo in questo senso. Riporta un report di ancore dalla casa principale dello strumento

10. Non hai ancora deciso?

Se hai raggiunto questo passaggio non sei ancora SICURO che la pagina che hai analizzato con queste tecniche SEO sia di qualità o meno che non lo è assolutamente 😉 Altrimenti, sai dove hai un buon sito web in cui puoi focalizzare la tua attenzione per ottenere link!

 

 

la qualità dei divani

I divani sono un elemento di arredo con gran parte dei componenti nascosti. Oltre a far sì che ci piaccia e soprattutto provarlo, sembra che non possiamo controllare nient’altro. Ma la verità è che sapendo un po ‘come è  fatto possiamo mettere sotto i riflettori su alcuni importanti dettagli tecnici dei sofà moderni. Un divano è fondamentalmente composto da un telaio, un sistema di ammortizzatori che riceverà i cuscini di seduta e schiene, i cuscini stessi e infine i tessuti che lo ricoprono.

Di cosa è fatto?
La ​​gamma inferiore è composta da tavole di agglomerato di bassa qualità. Il fatto di usare le schede non deve dare un risultato negativo se è ben progettato e ben fatto, ma bisogna tenere in considerazione che è il materiale che verrà scelto dai più economici che potrebbero non essere fatti così bene, e possono continuare a risparmiare denaro in altri processi importanti.

Il più tradizionale è usare il legno, solitamente pino, in alcuni casi combinato con una tavola di agglomerato o DM per alcuni pezzi. Il risultato è molto buono, anche se ci sono diversi livelli in questo naturalmente. L’ammortizzatore o la sospensione: Dal prezzo più alto a quello più basso troviamo dalle strisce di acciaio curve a forma di s, alle cinghie NEA, o cinghie metalliche di gomma. Con i cinturini di N.E.A parleremo di alta qualità. Nel filo di gomma c’è tutto.

Come esaminiamo un divano?
Cuscini di seduta e schienale: La maggior parte di ciò che troveremo sono cuscini di gommapiuma o HR, è conveniente chiedere quale sia la densità, sotto 25 avremo problemi. In termini di qualità non saremo in grado di controllare molto, in una buona marca sarà certificata la sua origine, può essere interessante verificare se il venditore ha questa informazione.

Abbiamo anche cuscini con uno strato viscoelastico che darà un migliore recupero alla forma e probabilmente un benvenuto più dolce. Il fatto che sia aggiunto viscoelastico all’imbottitura, o all’interno del cuscino con uno strato che non superi lo spessore di un centimetro, non fornirà praticamente alcun vantaggio, sebbene serva a pubblicizzare viscoelastico come avviene con alcuni materassi di primo prezzo. 19659003] Affinché un cuscino abbia una certa forma, i nuclei potrebbero essere stati elaborati con rinforzi che mantengono quella consistenza e potrebbe non farlo, questo è ciò che li farà mantenere la loro forma originale più o meno tempo. Un pezzo di schiuma dritta finirà per contrassegnare un’area di usura in cui il tessuto è allentato, se il cuscinetto è stato fatto per compensare quell’area di carico maggiore, la fermezza e la consistenza saranno maggiori e dureranno più al sicuro.Springs è un’opzione rara oggi ma molto interessante. La resistenza e il comfort sono garantiti se questo nucleo è buono ed è probabile che sia così poiché nel segmento sotto i produttori non offrono questa possibilità.

Tutti i cuscini sono conservati dal contatto con il telaio e l’ammortizzatore per un materiale che va da un semplice tessuto a un sottile strato di schiuma o la precedente battuta. Questo è necessario in modo che il cuscino non si deformi e che non sentiamo il contatto con i materiali più rigidi. È molto interessante che sia della migliore qualità. Sollevare i cuscini e passare la mano premendo sul divano per apprezzarlo è una buona scelta.

  La ​​tappezzeria:

Il tessuto è l’unica cosa che vediamo a prima vista, in termini di caratteristiche di questo materiale possiamo essere guidati dalle istruzioni del produttore che cercano le massime prestazioni nella resistenza all’abrasione o l’attrito, il massimo possibile discussioni, ecc. Studiare i tessuti dà un Master in realtà.

Ciò che possiamo esaminare chiaramente è il tipo di cucitura, se le cuciture sono mantenute in posizione e dritte, aprire una cerniera e controllare se il tessuto è stato sovrapposto prima di fare ecc. tutto questo ci darà un’idea della qualità e della professionalità con cui è stato realizzato il divano.

A dire il vero, i polifeli hanno portato più problemi che vantaggi, assicurati di comprare molto prima di acquistare. Se quello che ti piace è pelle, vale la pena spendere di più. Quando si tratta di skin, c’è anche molto da dire, perché non tutti sono uguali.

Il giardino di infanzia:meglio pubblico o privato?

Il giardino di infanzia:meglio pubblico o privato?

Anche se il prossimo anno scolastico sembra lontanissimo, questo è un periodo molto importante per la scelta della struttura educativa, fra novembre e dicembre le scuole organizzano gli open day: giornate durante le quali i genitori possono visitare il giardino di infanzia, parlare con il personale e esaminare il piano formativo.

Dopo una bellissima esperienza all’asilo nido, piena di coccole e di attenzioni, i bambini a settembre frequenteranno la scuola dell’infanzia o cosiddetti asili nido e scuola materna. Scegliere la scuola materna più adatta ai nostri bambini è una questione molto importante che deve essere il frutto di un’attenta valutazione a mio avviso. Nelle giornate dedicate agli open day si possono raccogliere molte informazioni, ma è spesso nella riflessione singola della personalità del tuo bambino che si prende la decisione finale. Ho visitato tutte le scuole materne della mia città e le ho confrontate secondo alcuni criteri di valutazione a mio avviso importanti:

La posizione

Scegliere una scuola materna vicina a casa, o comoda per i nonni si rivelerà vantaggioso in molte occasioni.

La struttura

Nella valutazione della struttura scolastica è importante la sicurezza dell’arredo, l’organizzazione degli spazi accoglienti e confortevoli e lo spazio esterno, il giardino.

Le insegnanti

Uno degli aspetti fondamentali per la felice frequenza della scuola è trovare una buona insegnante.

La programmazione

Alcune scuole materne scelgono di avere una programmazione didattica molto intensa, proponendo attività di vario genere: inglese, psicomotricità, cinema, teatro, judo, etc. Diversamente ci sono scuole che strutturano l’offerta formativa eleggendo un progetto da svolgere durante l’anno, che verrà ampliato e adeguato seguendo la curiosità dei bambini.

Riconoscere solo da una breve visita quale potrà essere la scuola in cui il nostro bambino si troverà bene non è semplice. Possiamo essere fortunati e avere una sintonia immediata con le future insegnanti e l’ambiente scolastico, o ritrovarci indecisi tra più scelte e non sapere quale scegliere. Soprattutto perché la realtà e dura le strutture sono spesso vecchie le insegnanti di riferimento di ruolo spesso non ci sono s e il rapporto bimbo/insegnate è veramente elevato, classi numerosi e giardini di cemento perché se i bimbi si sporcano le mamme brontolano. Scusate mi è scappata la vena polemica che interrompo subito!

Avrei desiderato tanto far frequentare a mio figlio un “Asilo nel bosco, dove tutte le attività si svolgono all’aperto, vengono portati anche quando il tempo è brutto  e l’atmosfera ha quel sapore di casa di campagna. Semplice,  dove si coltivano ortaggi e si cucina il pane. Si gioca con “oggetti” naturali, si corre e ci si arrampica sugli alberi, si scopre la natura. Oppure una scuola Montessori, ahimè in toscana non ce ne sono o una scuola Steineriana in Italia sono presenti 31 scuole ed una è proprio nella mia città! Una bella fortuna ma è privata e non costa poco!

Nella savana dei social media sei leone o gazzella?

Che tu sia un’azienda, un libero professionista o un artista, l’importanza di essere presente almeno sui principali social network è ormai assodata, per non dire scontata. Si rivela meno banale trovare un modo per acquisire su queste piattaforme la visibilità che ogni attività si merita.

O meglio trovare un sistema per sfruttare al massimo queste pagine social per ottenere la tanto agognata notorietà. La competizione è elevatissima, un po’ in tutti i settori ormai, e , possiamo dirlo, si tratta di una guerra senza esclusione di colpi.

Dietro la promozione della maggior parte delle aziende o degli artisti che compaiono per primi sui social ci sono spesso degli investimenti economici considerevoli e la realizzazione e gestione di campagne online e offline di enorme portata.

Nel settore musicale e in quello cinematografico uno dei canali social più usati è Youtube, la famosa piattaforma di streaming video nata nel 2005 ed acquisita da Google nel 2009.

Su Youtube vengono riposte le speranze di decine di migliaia di cantanti, musicisti, registi e attori (dagli esordienti a quelli di fama internazionale) e spesso dall’esito dei video che lì verranno pubblicati dipendono i loro destini professionali, quindi come già detto la competizione e gli investimenti pubblicitari sono elevatissimi.

Lo stesso discordo vale per Facebook, dove però cambiano i protagonisti: tra i principali creatori di pagine social (non di profili privati) ed investitori troviamo soprattutto le aziende, realtà commerciali appartenenti a vari settori che si contendono i clienti a suon di fans e di likes sui propri post.

Un’altra piattaforma molto famosa, anzi divenuta ancora più famosa recentemente in seguito al suo acquisto da parte di Facebook, è Instagram. I personaggi che più cercano di rendere Instagram un trampolino per il proprio successo sono in questo caso in particolare i vip e gli aspiranti tali.

Infine come non citare almeno al volo Twitter, uno dei più vecchi social media, reso celebre dalla caratteristica brevità dei messaggi postabili (attualmente 280 caratteri), che però negli anni ha saputo guadagnarsi un numero di utenti piuttosto consistente. Un’ audience fatta perlopiù di giornalisti, di impiegati nel terzo settore, quello dei servizi, e in ambito culturale. Anche loro, manco a dirlo, tutti fortemente motivati ad ottenere popolarità per sé o per i messaggi che intendono diffondere.

Ma come si muovono su questi social media tutti costoro per raggiungere una fetta di pubblico sempre più ampia e sbaragliare la concorrenza? Come dicevamo è una sorta di guerra dove nessuno risparmia mezzi ed energie.

Si va dalla richiesta effettuata personalmente ad amici, parenti e conoscenti per elemosinare qualche like o follower, all’acquisto di segnali sociali tramite agenzie specializzate come Viralmarket, passando per le campagne organiche rese possibili dagli stessi social networks.

Ognuno di questi advertiser predilige l’uno o l’altro metodo oppure ne usa vari, quello che conta è che come nel celebre (lui si) aneddoto del leone e della gazzella che ogni mattina si alzano e iniziano a correre, anche nel social media marketing tutti i giorni milioni di marketer corrono, inseguendo speranze di successo.

Autore: Andrea Vittorini

Un consulente SEO lavora per obbiettivi

Un consulente SEO lavora per obbiettiviL’ obiettivo principale di un consulente SEO Specialist (Search Engine Optimitation) è quello di rendere la pagina del cliente o dell’ azienda per cui si sta lavorando apparire tra le prime dieci voci della pagina una di Google. Le azioni che sono previste per il posizionamento nel motore di ricerca può essere organico, questo è preso a carico dal SEO, o pagato e per che sono le azioni SEM, marketing a pagamento.

I Consulenti professionisti SEO sono in aumento dice www.joomlaskin.it, come Google si è consolidata come il motore di ricerca per eccellenza.
Questo esperto del SEO riassume il viaggio che un professionista del posizionamento compie in tre momenti: inizialmente, il percorso inizia con l’ acquisizione di conoscenze di base e qualche soldo grazie ad un modo autodidatta di apprendere per uno o due anni. È quello che si chiama un “freelance”. Dopo questo periodo iniziale, è logico iniziare ad offrire questi servizi alle imprese per due o tre anni come freelance. Questo tempo viene spesso usato per espandere le conoscenze sull’ algoritmo, e il profilo professionale diventa più generale. Allo stesso tempo, essi acquisiscono di solito la conoscenza di altre specialità correlate come la web analytics o i social media.

Il culmine professionale arriva quando si ha una grande esperienza accumulata e si può diventare parte del personale di un reparto marketing in una grande azienda o creare il proprio. È quello che definisce un “professionista dell’ agenzia”.

Aggiornamento costante delle conoscenze

Il consulente SEO esperto  chiede di essere costantemente aggiornato su nuovi sviluppi, cambiamenti e mode. Nelle sue parole,”se sei un anno senza formazione, sei fuori dal mercato, a causa della grande quantità di cambiamenti che si verificano in questo breve lasso di tempo”.

Gli sforzi SEO sono diventati più complessi. Se in precedenza mettendo parole chiave e link ad altre pagine è stato raggiunto in modo semplice un buon posizionamento, la quantità di aree da controllare ora rende questo compito trasversale.

Attualmente, diversi reparti stanno lavorando insieme per ottimizzare il posizionamento di una pagina. Esperti in usabilità, sviluppatori di applicazioni, web analytics, marketing, social network. In passato, solo una persona poteva assumersi questo compito; ora praticamente tutti i reparti sono coinvolti nel miglioramento della visibilità del marchio.

Due aree all’ interno di SEO. Tecnico e contenuto

Nelle sue parole, la professione “evolve e cambia ad ogni modifica dell’ algoritmo di Google, e questo già supera le 800 modifiche all’ anno”. Queste continue trasformazioni dell’ oracolo sono dovute al desiderio di migliorare l’ esperienza utente.

Si tratta di anticipare i bisogni di coloro che si trovano davanti allo schermo, capendo la motivazione alla base di una ricerca. In questo modo, cerchiamo di offrire i migliori risultati e persino di prevedere ciò che sarà necessario in futuro. Il SEO professional è costantemente attento a questi cambiamenti per costruire una pagina che si adatta alle esigenze di qualità di Google e viene premiata con la massima visibilità.

I professionisti SEO sono raggruppati in due aree. Un settore più tecnico che guarda continuamente al comportamento del bot, (il ragno che scansiona) Google, e il settore più focalizzato sul marketing, che dà un contributo in più con contenuti interessanti attraverso il content marketing.

Videochat sexy per tutti uomini

Videochat sexy per tutti uominiIl nome la dice lunga: ‘Ciao Amigos’ ed è la migliore videochat di sempre.
In rete di piattaforme che permettono di usufruire di una chat sono tantissime; come tante sono anche quelle che offrono la possibilità di video chattare online. In questo mare magnum di opportunità, Ciao Amigos si può dire che è il top perché offre opportunità più che valide per i suoi utenti.
E’ bene specificare che si tratta di una chat gratis gratuita e che vi si può accedere anche senza avere l’obbligo di pre registrarsi.
Evitando questo passaggio l’accesso è pressoché istantaneo e permette di ritrovarsi già a chattare non appena si entra all’interno della piattaforma.

Gli utenti accreditati assicurano una costante presenza online che garantisce il fatto che Ciao Amigos sia una video chat sempre popolata dove poter trovare qualcuno pronto a video chattare in qualsiasi momento.
Ciao Amigos deve la sua popolarità dal sempre più crescente numero di utenti che chattano tra loro sviluppando verticalmente la densità degli iscritti accreditati.

Tra le possibilità anche quella di accedere con il proprio profilo Facebook, quella di stabilire chi si vorrebbe conoscere (se uomo o donna), le caratteristiche che si vorrebbero trovare nella persona che si sta cercando e quella di accedere in stanze sia pubbliche che, sotto autorizzazione, in quelle private.

Su Ciao Amigos si può chattare in totale anonimato così come nella stessa modalità si può incontrare la persona che interessa conoscere. Questa piattaforma chat, totalmente gratis, nasce con lo scopo di favorire la nascita di amicizie ma anche quella di vivere dei flirt o di manifestare la propria forma di esibizionismo.
Si può scegliere la stanza nella quale entrare a seconda del proprio gusto e della propria tendenza come chat gay, chat sex e chat donne.

Sempre su Ciao Amigos puoi mostrare il tuo aspetto reale sfruttando la video chat ma anche evitare di farti vedere per alimentare il mistero che ammanta il mondo virtuale. Praticamente tutto dipende dalla volontà dell’utente che in modo totalmente scevro da condizionamenti, può liberamente dar sfogo ai propri istinti e ai propri gusti con lo scopo di crearsi una esclusiva parentesi dove staccare la spina dallo stress del vivere quotidiano.

Concludendo, Ciao Amigos è una videochat che sin dalla sua apparizione, ha catturato l’interesse di migliaia di persone che hanno apprezzato le sue linee guida e che hanno potuto realizzare incontri in videochat ma anche reali.

Tagli capelli 2018: le tendenze da conoscere assolutamente

I tagli capelli 2018 sono le acconciature più di moda di quest’anno. Si tratta delle tendenze da tenere bene a mente per poter sfoggiare un look da sogno e per poter incantare tutti quelli che si troveranno ad osservarvi.

Essere alla moda diventa più semplice quando si conoscono i trend del momento. E quale scelta migliore se non lasciarsi ispirare dai tagli capelli 2018 proposti sulle principali passerelle nei primi mesi di quest’anno? Sono proprio le modelle, insieme alle influencer, a dettar legge in fatto di moda ed è quindi a loro che bisogna fare riferimento per essere sicuri di avere un look innovativo.

Sono due i protagonisti indiscussi di quest’anno: la frangia ed il ciuffo. Entrambi sono dettagli che possono essere abbinati a diversi tipi di acconciature per arricchire al meglio i tagli capelli 2018. Sia la frangia che il ciuffo possono essere proposti in diverse tipologie, a seconda dei gusti personali e a seconda del tipo di acconciatura che si sceglierà per il proprio look aggiornato.

Per quanto riguarda la lunghezza dei capelli, i tagli per il 2018 prevedono lunghezze differenti. Sono state proposte in passerella acconciature con capelli lunghi, medi e corti. Sono proprio i capelli corti ad aver stupito di più quest’anno: moltissime modelle hanno scelto un taglio corto a completamento del loro look e da abbinare all’outfit della sfilata.

Le acconciature corte mostrate nelle città di moda hanno già sortito il loro effetto, spingendo molte donne a dare un taglio radicale alla loro chioma, rivolgendosi verso dei capelli corti. Per i capelli medi, invece, bisogna prendere in considerazione soprattutto il caschetto e il lob, ovvero il caschetto con dei capelli di una lunghezza maggiore, ma che non vadano più in basso delle spalle.

La frangia ed il ciuffo possono essere abbinati ad acconciature di qualunque lunghezza. Si è vista con elevata frequenza l’accoppiata caschetto – frangia, un modo originale per rinnovare e rendere esclusivo un taglio classico come il bob.

Anche per quanto riguarda il colore i tagli capelli 2018 hanno portato una ventata di freschezza e nuove idee dalle quali lasciarsi ispirare per un rinnovamento originale del proprio stile. Accanto alle tonalità classiche che siamo ormai abituati a vedere e che non stupiscono, sono stati proposti in passerella anche dei colori molto più particolari.

Un colore di tendenza quest’anno è il blu mare, proposto alle sfilate con dei tagli di capelli corti: non è un colore per tutte, ma con il giusto outfit e la giusta personalità potrebbe essere la scelta perfetta.

Un pò di storia delle tazzine da caffè

La tazzina è uno degli articoli più utilizzati da milioni di persone ogni giorno e non è un modo di dire. Acciaio, ghisa, porcellana, forme originali o classiche, efficienza e semplicità, sono alcune delle componenti intrinseche degli articoli da thè disponibili sul catalogo di Newformsdesign, una sintesi perfetta tra modernità e tradizione. Dietro ci sono storie lunghe e persino opere d’ arte, ma per il momento vi raccontiamo un po’ l’origine delle tazzine da caffè. Nasce con lo scopo di facilitare la presa con il suo manico, per mantenere le bevande calde più a lungo e poterle bere più facilmente, così come quello che è tanto caffè. Ora quello che è chiaro è che l’ origine della parola “tazzina” è legata alla Spagna o specificamente Al-Andalus (territorio sotto il potere musulmano durante il Medioevo). Erano gli arabi di quel tempo che introdussero e lasciarono in eredità la parola “tassah” e che a loro volta chiamarono il tašt persiano il cui significato è ciotola. Poi gli andalusi fecero un piccolo interscambio di parole per chiamarlo finalmente come lo conosciamo oggi,”tazzina”. Si diffuse anche in tutta Europa, pronunciandosi in modo simile in quasi tutti i paesi.White Ceramic Plate on Brown Wooden Barrel

Le macchine da caffè espresso di oggi, dalle più piccole alle più grandi, hanno una tazza più calda in cima, il che rende le cose molto più facili. Se non lo avete a disposizione, vi consiglio di versare un po’ di acqua calda nelle tazze, attendere qualche secondo, scartare l’ acqua e asciugare la tazza. Così risolto il tema della tazza ed è pronto a ricevere l’ espresso. E’ un doppio che deve essere trattato con rispetto, così come un buon bicchiere per il vino. Oggi ci sono tazze in materiali isolanti, in modo che al loro interno mantengano la temperatura e all’ esterno non brucino. Ci sono molte forme di coppe, dalle più decorate, decorate e disegnate da figure rinomate di architettura universale, ma il meglio della coppa è quello che c’ è dentro. Per quanto riguarda come bere, è un peccato maiuscolo prendere un espresso con zucchero, se ben preparato, da un buon barista, ed è buono. tazzine caffè. Prendere 1 tazza di fiocchi d’ avena, macinare in polvere fine e aggiungere al bagno. Rimanere nel bagno per circa 15 minuti. E se includiamo la farina in un infuso da tè? Vi darà consistenza e, soprattutto, numerosi benefici, in quanto abbassa il colesterolo ed è un ottimo integratore vitaminico. Camomilla ha lievi proprietà sedative, quindi diventerà un buon alleato per combattere lo stress e migliorare la nostra digestione. Per eliminare l’ affaticamento e riattivare i muscoli, nessun alleato migliore del caffè. Questo rituale, col tempo, sarà l’ opzione migliore per quelle mattine che ci sentiamo a bassa attività e poco preparati ad affrontare la giornata. Tagliare a fette l’ arancia e il limone e metterli in una ciotola, aggiungere una tazza di caffè e marinare per 5 minuti. Poi, prendere un’ altra ciotola e aggiungere le 3 tazze di sale e latte in polvere e mescolare bene. Unire le due miscele e mescolare, versare la miscela finale nell’ acqua del bagno.

Le teiere, presenza costante nei nostri tavolini, testimoni di confessioni, confidenze, delle prime colazioni dei nostri bambini, si fanno oggetti di inestimabile valore affettivo, da sfoggiare con amici ma anche da riguardare con affetto ogni giorno. Sono il simbolo di momenti positivi, i custodi dei ricordi più cari. Tutta l’importanza di una tazza Menzione a parte meritano tazze e tazzine perché esse sole compongono una sorta di famiglia tra gli arredi di casa. Da due, da sei, da otto, tazzine da caffè, tazze da thè o Mug in stile anglosassone, sono diverse nella forma, nei colori, nei materiali ma accomunate dal fascino delle loro forme e dalla presenza costante in ogni cucina. Tra gli articoli LOVETheSIGN ci sono tazzine per ogni animo. Per i più nostalgici si consigliano varianti vintage, con le quali viaggiare attraverso i secoli grazi alla porcellana antica, a intramontabili decori floreali che risvegliano acuti e dolci ricordi d’infanzia. I più moderni e modaioli non perderanno di vista i must delle ultime collezioni d’avanguardie design, minimal, essenziali, perfette nell’ottimizzazione delle loro forme. Ad esse si aggiungono pezzi immancabili quali zuccheriere e lattiere mini, pezzi da novanta da sfoggiare per regalare ai propri ospiti momenti indimenticabili, soddisfando ogni loro desiderio. E per i più abitudinati non può mancare la scelta di una Mug per la vita, la tazza del cuore, compagna fedele di tutte le colazioni. Tonde, squadrate, mini, bombate, bianche o colorate: non rimane che l’imbarazzo della scelta di questi componenti immancabili dello scandirsi delle pause di tutte le tue giornate!

 

Caffè, Cioccolata, Ginseng, Orzo: Prodotti Da Somministrazione

L’estetica è volutamente vintage, particolare e caratteristica. miglior caffè A certi livelli è considerata una caratteristica positiva, specialmente quando alla bevanda viene aggiunto lo zucchero che attenua parte del sapore amaro, rendendolo agrodolce. E’ stato infatti rilevato che assumere dalle 4 alle 6 tazze di decaffeinato al giorno comporta un aumento del 10% dei livelli di colesterolo LDL. Vengono sparsi in grandi aree pavimentate e disposte in strati per assorbire sufficiente umidità, voltando e rivoltando la massa dei chicchi per circa 1 settimana tanto da farli gonfiare. Ideale da assaporare sia a casa che in ufficio, durante una pausa a metà mattina, per uno sfizioso dopo pranzo o per un break pomeridiano. Gli oli naturali secreti dal chicco durante l’estrazione della caffeina, hanno infatti molti effetti positivi. Il loro intervento permette di liberare gli acidi grassi dagli adipociti, andando a ridurne il loro volume. Il caffè verde, nello specifico, contiene un antiossidante molto potente, l’acido clorogenico, in grado di favorire lo smaltimento dei grassi.

Il caffè verde, non subendo trattamenti, mantiene inalterate le sue proprietà, risultando particolarmente ricco di polifenoli, meglio conosciuti come sostanze antiossidanti, tra cui l’acido tannico, gli Omega 3 e gli Omega 6, che svolgono un effetto benefico sul nostro organismo. Il caffè verde è un fitocomplesso ricco di tantissime sostanze nutritive utili al nostro organismo tra cui l’acido clorogenico, l’acido ferulico, l’acido tannico, l’acido quinico, e vitamine del gruppo B, minerali e polifenoli. Caffè verde : funziona davvero per dimagrire ? La scoperta del caffè fu, a suo modo, importante quanto l’invenzione del telescopio o del microscopio. Per quanto attiene ai caffè SANTOS, la qualità più apprezzata, si vogliono menzionare quelli provenienti dai distretti: RIBERAO PRETO (Mogiana), PINHAL, CAMPINAS, ARACUARA, MOCOCA, ALTO PAULISTA CAMBUHY, per lo più descritti di gusto particolarmente soave. Rispetto al classico caffè cotto – tostato, quello verde crudo ha un minor contenuto di caffeina. Il caffè verde accelera il metabolismo?

Il caffè riduce infatti lo stress ossidativo e contiene acido clorogenico che incrementa il metabolismo del glucosio e la sensibilità all’insulina, e acido caffeico che ha proprietà antinfiammatorie. Caffè Verde estratto puro in versione Forte è un integratore alimentare che contiene il 50% di acido clorogenico, che come provato da recenti studi scientifici, è un composto polifenolico in grado di ridurre l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’intestino. Il caffè verde, potente integratore alimentare possiede effetti antiossidanti e grazie all’azione tonica e di sostegno metabolico può risultare utile come coadiuvante di diete ipocaloriche per la riduzione del peso corporeo per un dimagrimento veloce e naturale. Il Green Coffee, in Italiano Caffè Verde, viene oggi descritto come un utile integratore per chiunque sia desideroso di perdere peso. La loro efficacia dimostra che è possibile perdere fino ad 1-1,5 Kg di peso corporeo a settimana, dopo un’assunzione costante e continua dalla durata di tre mesi. La società si avvale inoltre di personale tecnico altamente specializzato, che garantisce un’assistenza completa e continua, intervenendo entro 48 ore dalla chiamata.

  • Rallenta il rilascio di glucosio nel sangue
  • Hai dimenticato la password
  • Scegli il tuo business >
  • Accendete il forno e preriscaldatelo a 180 gradi
  • 6 Tazzine Caffe AssamTazze – Caffè – Churchill
  • 3 – indesiderabile
  • Kona (Hawaii)

La bevanda che tutti conosciamo è ottenuta dai semi torrefatti, cioè tostati, ma si ottiene una bevanda anche dai semi crudi, ancora verdi, che vengono macinati a bassa temperatura per non alterarne i principi attivi. Poiché non contiene caffeina né altre sostanze stimolanti, è una bevanda ideale chi soffre di problemi di cuore e disturbi d’ansia, oltre che da donne incinte e che allattano. Dai risultati non è emersa alcuna significativa differenza tra i figli di donne che avevano assunto caffè decaffeinato e quelli di donne che avevano bevuto caffè normale. Caffè verde, è una bufala? Presentati al 245th National Meeting & Exposition of the American Chemical Society (ACS) che si tiene dal 7 all’11 aprile 2013 a New Orleans, i risultati di uno studio condotto sugli effetti dell’estratto di caffè verde. I polifenoli dell’estratto di caffè verde svolgono anche un’efficace azione antinfiammatoria, aiutando a contrastare i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Diversamente da quanti molti credono, il caffè verde contiene caffeina. Bere il caffè è un piacere ma preparare il giusto caffè è un’arte. Ti preparo un caffè? Questi i principali tipi di caffè. Obiettivo di Tomaso de L’Artigiano del Caffè Ceccarelli, è quello di offrirci sempre un prodotto unico, un vero caffè artigianale, a km zero. ” Alzi la mano chi non ha mai pronunciato questa frase… d’altronde noi italiani al caffè non ci sappiamo proprio rinunciare e, poi, è l’àncora di salvezza per ospiti inattesi, quando non abbiamo altro da offrire! Per verificare l’offerta sugli scaffali Il Fatto Alimentare ha realizzato una rilevazione prezzi in tre catene: Simply Market, Coop e Carrefour, che propongono anche una marca propria. In particolare, quello che da più voci viene sottolineato è la scarsità dei dati finora raccolti, per cui sono necessari ulteriori approfondimenti e studi. I prodotti sono biologici e quasi interamente vegani, oltre che di buona qualità. In ogni punto vendita ci sono differenti possibilità. Pochi i siti, prezzi allineati.

Recensioni Del Migliori Passeggini Trio 2018

La città esalta le sue prestazioni, assicurando sempre una ottima tenuta e il massimo della sicurezza perfino su terreni accidentati e pieni di miobimbo buche. Grazie al suo telaio dotato di 3 ruote, questo trio passeggino è anche la scelta ideale per genitori amanti dello sport e delle camminate su percorso accidentati di montagna. Tra i vari passeggini trio, questo modello è in grado di attirare l’attenzione anche per la presenza di elementi confortevole per il bimbo come, ad esempio, lo schienale regolabile e il poggiapiedi regolabile. Come contro, cosa comune per le carrozzine trio, è il fatto che alla fine è abbastanza ingombrante, ma, come si sa, non è stato progettato come ultraleggero. Elegante e fornito perfino di una capote di nuova concezione ed estensibile risulta, quindi, essere tra i migliori modelli di carrozzine trio per le sue eccellenti qualità. Realizzato dalla Chicco, un brand che è già un sicurezza, questo modello di trio passeggino, è morbido, elegante e sicuro.

Il passeggino si chiude a libro e quindi occupa uno spazio ridotto nel portabagagli dell’auto.

dove comprare passeggini onlinePasseggino combinato, per neonati, di marca, individuale, 3 ruote, gemellare, triplo e multiplo – se ti stai interfacciando per la prima volta con la decisione di quale passeggino acquistare, potersi sentirti un po’ perso o indeciso. Se vuoi destreggiarti al meglio nella giungla della diverse offerte oggi presenti sul mercato, preparati definendo primo attentamente quello di cui tu e la tua famiglia potrete aver bisogno. La seguente panoramica si presenta come una breve guida per trovare il passeggino dei tuoi sogni il più facilmente possibile. A prima vista, la tua attenzione potrebbe essere completamente catturata dai diversi design dei vari passeggini; ma quando scegli il veicolo adatto per il tuo bambino, è necessario considerare anche altri requisiti come prioritari. Di seguito, abbiamo riportato alcune importati domande da porsi durante la scelta del passeggino ideale. Oggigiorno, il modello completo di tutto il necessario è quello combinato, un set che comprende il telaio, la culla portatile e il seggiolino.

  • 3 Commenta subito l’articolo e di la tua QUI
  • Trio con multiaccessori
  • LCP Borsa Fasciatoio del Pannolino
  • 1 Caratteristiche principali del migliore passeggino leggero da scegliere
  • Pezzi: 1

Peg Perego ce la mette tutta per vincere il titolo di miglior passeggino gemellare del 2018 e in effetti convince parecchio anche noi e le mamme che l’hanno scelto e ne confermano entusiasticamente la preferenza. Pesa meno di un passeggino singolo anche meno di quelli definiti “leggeri” e questo perché distribuisce il peso di appena 8,3 kg in una struttura di alluminio laccato, materiale comunque robusto. Le due sedute affiancate sono indipendenti e consentono un buon margine di reclinabilità, quasi completa, sono dotate di cappotte parasole e offrono la possibilità di agganciarvi giochini penzolanti per divertire i piccoli a passeggio. Il passeggino si chiude a libro e quindi occupa uno spazio ridotto nel portabagagli dell’auto. Le sedute ospitano i piccoli dai 6 ai 36 mesi, quindi meglio optare per un riduttore nel caso si decida di usarlo prima dell’epoca in cu i piccoli sono in grado di sorreggere il peso della testa che altrimenti ciondolerebbe. Interessante la dotazione di accessori per affrontare le intemperie senza timore, del resto non è un prodotto di primo prezzo.

La seduta reversibile del passeggino. Poter posizionare la seduta fronte strada o fronte mamma/papà, facendo in modo che tu possa interagire e controllare il bambino, non ha prezzo. Verifica la sua ampiezza, che lo schienale si possa reclinare senza problemi e che tu riesca a farlo con una sola mano. Anche le dimensioni delle ruote sono importanti, non solo per una questione di spazio, come sopra accennato, ma anche per la praticità. Il bagagliaio della macchina e il luogo in cui si vive possono influire sulla tua scelta. Se invece non hai problemi di spazio, allora puoi anche considerare altro, come ad esempio un passeggino dalle ruote grandi o sportivo. Tieni a mente che è possibile anche levarle. A questo punto ci auguriamo che tu abbia le idee un po’ più chiare su ciò che fa più al caso tuo. Il passeggino trio Chicco love, ad esempio, è l’ideale per le famiglie che amano vivere a pieno la propria città. La sua forma ergonomica e le superfici imbottite rendono questo prodotto confortevole e pratico al tempo stesso. Avere due gemelli richiede molta organizzazione fin dai primi giorni di vita: se questo è vero tra le mura domestiche lo è ancora di più quando si ha la necessità di uscire e muoversi. Sappiamo che i requisiti per un passeggino sono maneggevolezza, sicurezza e praticità nelle operazioni di chiusura e apertura: queste caratteristiche sono ancor più indispensabili nel caso di due o più gemelli. E’ ovvio infatti che un passeggino gemellare è più velocemente sottoposto ad usura. La prima scelta è quella tra passeggini gemellari in linea e quelli affiancati: tra i primi inoltre ci sono modelli che mettono i bambini uno dietro l’altro e altri che invece li fanno sedere in posizione frontale. I passeggini in linea hanno il vantaggio di essere più facilmente manovrabili e si piegano con facilità, soprattutto quelli con chiusura a libro. Tra i modelli affiancati più moderni ci sono quelli sportivi a tre ruote, adatti a terreni sconnessi. Il limite più grande dei passeggini affiancati è che, se non sono smontabili, non passano per le porte strette. Hanno però il vantaggio di favorire l’interazione tra i gemelli. C’è anche chi invece preferisce comprare due passeggini separati ad ombrello e, in caso di necessità, unirli con gli appositi ganci. Questa soluzione non è da sottovalutare perché il passeggino ad ombrello chiuso è poco ingombrante ma soprattutto perché permette di usare un solo passeggino se si esce con un solo bambino o se sono presenti entrambi i genitori. Nella scelta non trascurate età minima e massima per il trasporto: non tutti i passeggini ad esempio sono adatti ai neonati. Infine controllate sempre la qualità dei materiali.

Grazie a tutte un abbraccione! 6 mesi di vita blu e panna e lo vendo 100 euro. Poi tra l’altro ho chiesto anche a delle mie amiche che mi hanno consigliato come marca l’inglesina! 6 mesi di vita blu e panna e lo vendo 100 euro. Ciao samira sono alla ricerca del trio potresti mandarmi le foto se non lo hai già venduto? Il bimbo nascerá a maggio e quindi cerco con calma al momento .. Mi son guardata un po’ in giro, ne avevo visto uno della Peg Perego molto bello, ma stamattina ho visto il Loola della Bebeconfort che è ancora più bello, mi sembra stabile, robusto e facile da aprire e chiudere! Mi son guardata un po’ in giro, ne avevo visto uno della Peg Perego molto bello, ma stamattina ho visto il Loola della Bebeconfort che è ancora più bello, mi sembra stabile, robusto e facile da aprire e chiudere! Se avete dunque intenzione di utilizzare il trio anche per far risposare vostro figlio, sarà opportuno scegliere un passeggino dotato di questa funzione. Questo elemento ovviamente non riguarda il passeggino in sé, ma l’uso che ne volete fare. Se ad esempio avete bisogno di attraversare terreni non asfaltati, coperti dal fango e con molte buche, sappiate che vi occorreranno dei pneumatici molto più importanti, preferibilmente dotati di sospensioni. Se pensate invece di dover affrontare strade con dislivelli quali scale e marciapiede, potete valutare l’acquisto di un modello con pedale. Anche il fatto di vivere in una città con strade molto affollate e marciapiede stretti, può condizionarvi nella scelta del passeggino trio: è consigliato in tal caso un modello agile e stretto che vi permetta di passare ovunque. Infine, anche l’età del bambino e la durata di utilizzo del vostro passeggino potranno influire sulla scelta di un articolo più o meno solido. Dato che il trio dovrà essere usato a lungo, il più delle volte tenendo il bambino in braccio, è fondamentale che ogni componente sia anche facile da utilizzare.

Altra caratteristica particolarmente apprezzata dalle mamme moderne è la reversibilità.

I passeggini troppo economici e di marche poco conosciute, infatti, potrebbero anche essere di pessima qualità e visto il grande utilizzo che viene fatto dei passeggini è sempre bene, invece, scegliere un modello di grande qualità. I passeggini gemellari di ottima marca ma abbastanza economici hanno un prezzo che si aggira intorno ai 180 o 200 euro circa. Questi passeggini sono abbordabili per le tasche di chiunque e allo stesso tempo hanno passato tutti i test di resistenza e sicurezza obbligatori per questa tipologia di articoli. Esiste poi una fascia di prezzo per i passeggini gemellari che ha come prezzo base circa 300 euro e può arrivare anche a prezzi che si aggirano intorno ai 1000 euro. Ovviamente in questa fascia di prezzo già i passeggini da 300 euro devono essere considerati come aventi un’ottima qualità e non sempre devono essere considerati come inferiori ai passeggini che si aggirano intorno ai 1000 euro. Questo tipo di passeggino per gemelli, infatti, è spesso semplicemente molto più accessoriato e più curato nei dettagli estetici. Questo elemento rappresenta quanto è possibile inclinare il seggiolino nel caso, per esempio, il piccolo volesse dormire durante la passeggiata pomeridiana. Alcuni modelli classici prevedono solamente due livelli. Altri, invece, permettono di sperimentare varie inclinazioni fino a trasformare il passeggino in un vero e proprio lettino portabile dove il bambino può dormire sonni tranquilli e, soprattutto, comodi. Altra caratteristica particolarmente apprezzata dalle mamme moderne è la reversibilità. Con questo si evidenzia la possibilità di girare la poltroncina verso il genitore, piuttosto che nella classica posizione frontale alla strada. Si tratta di una soluzione utile soprattutto nel caso di una strada particolarmente affollata. In questo modo si può garantire al piccolo una maggiore areazione e alla mamma di avere il controllo della situazione. Quando si ha a che fare con un bambino, poi, si deve mettere in conto anche una buona dose di sporco che nasce da cibo vario. Questo significa che anche il passeggino sarà sottoposto alla dura prova delle macchie. All’inizio di questa guida abbiamo già parlato di quanto i modelli moderni siano volti a soddisfare alcune esigenze di praticità e agevolezza. Una di queste è la facilità di spostamento. A rendere agevole la questione sono soprattutto le ruote.